Glossario dei termini

Sappiamo che la finanza, a volte, può essere incomprensibile: per questo mettiamo a tua disposizione un glossario grazie al quale approfondire termini tecnici e risolvere ogni dubbio.

Perché la trasparenza è un nostro punto di forza

10 Risultati

EAD (EXPOSURE AT DEFAULT)

Esposizione in caso di inadempienza, che per gli impegni di prestito stima l'ammontare della linea di fido accordato destinato ad essere utilizzato in caso di inadempienza. Secondo Basilea II si intende, per EAD, il livello di utilizzo che il Cliente avrà al momento dell’inadempienza e, quindi, coincide con l’esposizione per cassa della Banca verso quel cliente.

EBIT

L'EBIT (Earnings Before Interest and Tax) corrisponde al Reddito Operativo

EBITDA

L'EBITDA (Earnings Before Interest, Tax, Depretiations and Amortizations) corrisponde al MOL

ECU

Sigla che indica l'European currency unit, l'unità di conto europea che è stata creata dai paesi membri della Comunità Europea per facilitare il progetto di integrazione valutaria culminato poi nell'adozione dell'EURO.

Nella pronuncia francese, ECU era detto écu, cioè "scudo" e con tale termine lo si è spesso chiamato in Italia.

L'ECU era una "valuta artificiale" costituita da tutte le valute della Comunità, pesate in base alla loro importanza economica.

È stato sostituito dall'EURO a partire da gennaio 1999, sulla base di un cambio di parità (1 ECU uguale ad 1 EURO): i titoli in circolazione nell’unità di conto pagheranno cedole e saranno rimborsati nella nuova valuta unica.

EURIBOR

L'Euribor (Euro Interbank Offered Rate) è un indice e rappresenta una delle due componenti del tasso di interesse di un mutuo a tasso variabile. È un valore che varia quotidianamente in relazione ai movimenti dei mercati finanziari. L'Euribor è calcolato come media ponderata dei tassi di interesse a cui avvengono le transazioni finanziarie in Euro tra le grandi banche europee. Viene diffuso giornalmente dalla Federazione Bancaria Europea con quotazioni a 1 mese, 3 mesi, 6 mesi.

EURO

È la moneta unica creata dall'Unione Monetaria Europea a partire dal 1° gennaio 1999. Nella prima fase (fino al 2001) la moneta ha avuto una circolazione esclusivamente bancaria (moneta scritturale), dal gennaio 2002 ha iniziato a circolare effettivamente anche in biglietti (moneta materiale).

L'EURO raggruppa e sostituisce tutte le monete dei paesi che hanno aderito all'UEM dal maggio 1998: rispetto alla lira, il valore è di 1.936,27.

EURO TLX

Sistema di scambi organizzati indirizzato agli investitori individuali, in conformità alle normative CONSOB (Art.78 del d.lgs. n.58 del 1998 e Delibera CONSOB del 3 novembre 1999, n.12176).

Dedicato alle Eurobbligazioni e alle azioni estere, EUROTLX mantiene i valori consolidati nei passati anni di attività, beneficiando, inoltre, della trasparenza e dell'informazione proprie del mercato regolamentato. Per gli intermediari, inoltre, EUROTLX significa riduzione della burocrazia, automazione e velocità del processo di raccolta ordini.

Dedicato alle Eurobbligazioni e alle azioni estere, EUROTLX mantiene i valori consolidati nei passati anni di attività, beneficiando, inoltre, della trasparenza e dell'informazione proprie del mercato regolamentato. Per gli intermediari, inoltre, EUROTLX significa riduzione della burocrazia, automazione e velocità del processo di raccolta ordini. Anche per il mercato EUROTLX il market making viene garantito per ogni strumento durante l'intero orario di negoziazione

Su EUROTLX si negoziano dalle 9.00 alle 20.30:

  • Obbligazioni Corporate
  • Obbligazioni Emerging Market
  • Obbligazioni Soprannazionali
  • Obbligazioni Strutturate
  • Titoli di Stato USA
  • Covered Warrant
  • Certificates

Dalle 9.00 alle 22.00 sono inoltri negoziati i seguenti strumenti:

  • Azioni Europee ed Americane

EUROMOT

Mercato telematico delle euro-obbligazioni, delle obbligazioni di emittenti esteri e delle asset backed securities (ABS).

EVA (ECONOMIC VALUE ADDED )

L'EVA definisce il valore come la differenza tra l’Utile Netto “Normalizzato” ed il costo del Capitale Investito, considerando sia i mezzi propri (Equity) sia i mezzi di terzi (Debito).

Si calcola:

  • (Ricavi - Costi) - [WACC * Capitale Investito]
  • Il valore tra parentesi tonde dovrebbe più correttamente essere rappresentato dall' Utile netto Normalizzato (o NOPAT)
  • Il valore tra parentesi quadre rappresenta è il Costo del Capitale

EXPENSES RATIO

Rappresenta, nelle assicurazioni, il peso delle spese di gestione.