3 marzo, 2017

4 min di lettura

Scritto da: Redazione Opyn

Come “Tantosvago” ha trovato credito grazie a BorsadelCredito.it


featured-image

Parte la rubrica che racconta i casi delle aziende che hanno ricevuto un prestito in 3 giorni: Matteo Romano ci parla di come la sua azienda di servizi ha trovato denaro per i suoi investimenti

“BorsadelCredito.it ci ha aiutato in un momento di scarsa liquidità in attesa dei ritorni, che non son tardati. Nella seconda occasione in cui abbiamo avuto bisogno di loro, ci ha consentito di avviare il progetto di sviluppo del settore estero (Spagna, Francia, Belgio, Svizzera) in mercati tutti da scoprire e ancora vergini per la nostra formula.” A dirlo è Matteo Romano, socio fondatore di Tantosvago, l’agenzia di digital rewarding con cui apriamo su questo blog la rubrica sulle aziende che abbiamo finanziato: lasceremo che siano gli stessi imprenditori a raccontarvi le loro storie e la loro esperienza con il p2p lending.

Allora Matteo, Tantosvago è un nome che dice molto – ma non tutto – della tua azienda. Di cosa vi occupate?

Tantosvago è una agenzia di digital rewarding che nasce nel 2014 e oggi impiega 8 persone, operando al 100% sul web: è cresciuta a tripla cifra in questi pochi anni e il trend prosegue. Di cosa ci occupiamo: creazione di soluzioni chiavi in mano per programmi di incentivazione, promozioni e loyalty per il mercato B2B. Tantosvago ha creato un circuito di oltre 2.000 partner e 18.000 attività tra benessere, gusto, soggiorni, sport e motori, tutte attività che l’azienda cliente decide di dare in premio a beneficiari, i loro clienti, in base alle proprie finalità commerciali. In sostanza, sviluppiamo il sito personalizzato secondo le istruzioni ricevute e lo popoliamo con le esperienze richieste che il vincitore sceglie come premio. Consegna certa, immediata e massima soddisfazione. Nei primi due anni di attività abbiamo realizzato oltre 40 progetti promozionali e inviato premi a migliaia di premiati.

L’idea nasce dalla intuizione dei soci fondatori, che hanno realizzato un sistema organizzato per le agenzie di marketing di facile implementazione e di grande appeal, e il risultato è stata l’attivazione di 20 rapporti commerciali continuativi nel corso dei 2 anni di attività, con progetti ricorrenti.

Sintetizzaci in una frase, in due o tre parole chiave, quella che è la mission ultima della tua attività.

Il valori aziendali sono riassunti in due parole: flessibilità e qualità, e le persone sono al centro del processo, persone di qualità e con una enorme flessibilità operativa.

Come nasce la tua idea di business?

Io non nasco imprenditore: dopo la laurea ho lavorato per venti anni con ruoli di responsabilità nelle funzioni marketing e commerciale in aziende multinazionali, imparando a conoscere le esigenze dei clienti e il processo decisionale che porta alla scelta di un nuovo fornitore. Molti stanno a guardare, alcuni operatori sono innovativi. Ho dei soci, esperti del campo del web e delle nuove tecnologie e formidabili ideatori di novità, in termini di prodotti e soluzioni. Una squadra affiatata, che non si risparmia e che è accomunata da entusiasmo.

Come avete finanziato la startup?

Come sempre accade nelle aziende molto giovani, l’accesso al credito è molto difficoltoso e l’intervento di sostegno statale dei bandi una chimera: molto tempo perso e improduttivo e le solite antipatiche raccomandazioni di servirsi dei soliti consulenti faccendieri… ma eravamo testardi e caparbi e ci siamo del tutto autofinanziati, per la creazione della squadra di lavoro, per lo sviluppo dei siti e dei contenuti, e abbiamo dovuto sopportare dei costi fissi importanti, attraversando momenti di scarsissima liquidità con rischi di blocco delle attività.

Come sei venuto a conoscenza di BorsadelCredito.it e perché hai preferito questo canale a quello bancario o a forme diverse di finanziamento?

Siamo venuti a conoscenza di BorsadelCredito.it grazie a un operatore del settore finanziario, nostro consulente e amico dell’amministratore delegato. L’approccio è molto friendly e decisamente veloce l’erogazione. Poi, per noi che operiamo sul web, è quasi strabiliante la facilità di utilizzo del sistema. Non posso dire che bene, nessuna promessa a vuoto.

Cosa ti è piaciuto particolarmente dell’esperienza con BorsadelCredito.it e cosa ritieni migliorabile? 

Sicuramente la facilità di utilizzo e di risposta sono le prime cose che colpiscono. Pur essendo molto rapidi, ci hanno dato fiducia ed è la cosa che ci è piaciuta di più, in un mondo di scaricabarile. Il mondo bancario, viceversa, è sospettoso coi piccoli, tempi lunghissimi e incomprensibili, documenti da compilare a iosa e troppi vincoli. Non a caso abbiamo fatto con la piattaforma già due operazioni.

Se proprio devo dare un consiglio, suggerirei a BorsadelCredito.it di dare ancora più continuità al rapporto con un cliente con cui è stata già portato avanti positivamente un finanziamento: un’azienda ha bisogno di essere seguita, quasi “coccolata”, per riuscire a sviluppare le operazioni finanziarie più adatte per la propria crescita.
Beh, dai, con questa intervista lo state facendo!

 

TAGS: